giovedì 10 maggio 2018

Finalmente tradotto il “Diario” di MIRCEA ELIADE, frasi 6.











“Apprendo una quantità di particolari interessanti sulle ‘origini’ del pensiero tradizionale (philosphia perennis) a cui si rifà René Guénon: si tratta di libri di filosofia e di occultismo del XIX secolo.
Certo, con il tempo, Guénon ha scoperto le vere fonti, tanto orientali quanto occidentali, delle tradizioni esoteriche, e soprattutto ne ha compreso il senso … Ma questo ‘problema delle origini’ ha anche un altro aspetto: si potrebbe affermare che questi libri, in apparenza banali, di filosofia, di massoneria e di occultismo che leggeva il giovane Guénon era tutto quanto si poteva reperire all’inizio del XIX secolo[1], ma degradato, mutilato o magari camuffato, della tradizione esoterica occidentale, parzialmente riscoperta durante il Rinascimento … ”[2].

Interessante osservazione.





Andrea A. Ianniello







[1] Forse refuso per XX, in quanto Guénon è nato alla fine del XIX secolo. Dunque l’inizio del XX è stata l’epoca in ci si è formato.   
[2] M. Eliade, Diario 1970-1985, Editoriale Jaca Book, Milano 2018, p. 255.  








Nessun commento:

Posta un commento