venerdì 3 marzo 2017

“Silenzio assordante” ...






















































10 commenti:

  1. In quest’ “assordante silenzio” si deve veder “IL” SEGNO DELLA “FINE”, in quanto significa che si è raggiunto quel che, nell’esoterismo islamico - come ricordò da qualche parte J. Robin -, si è raggiunto “l’ultimo iniziato” – non lo dico all’araba ché sfoggio di cultura qui non ha senso e perché avallerebbe quell’ “allineati e coperti” che l’Islamismo in Occidente ha diffuso -, **ULTIMO INIZIATO**, però, ****VIRTUALE****, NON reale. Attenzione eh, punto molto importante, che Robin “illo tempore” chiarì (sono scritti degli Anni Ottanta o d’ancor prima (in Francia), ricordo quello su Guénon, edito in Italia nel 1993). Poi tutte le “forme tradizionali” si sarebbero ritirate – la LORO ESSENZA eh, parlava della loro essenza – nella symbolica “Arca” o “Arka” o Arkân …

    E ci siamo …

    In Occidente la Massoneria è completamente “impoliticamente” in politica fino al midollo, le chiese hanno il complesso d’inferiorità rispetto alla modernità, con tutte le conseguenze del caso – soprattutto che in testa hanno una modernità che non c’è più, siamo nella tarda, tardissima e ritardata modernità … -, nella filosofia si vive alla giornata, la tecnica è una potenza che nessuno più signoreggia né manco si sogna di farlo, la scienza cuoce e ricuoce vecchi modelli interpretativi, il mondo “umanistico” vive alla giornata come la filosofia …

    Direi che la nave, se non si è già incagliata, è davvero prossima a farlo …
    La scomparsa di Dolcetta, recentissima, conta fra i “signa” di conferma … il divulgatore delle “sette torri del diavolo” sparisce improvvisamente, nel qual mentre queste ultime … ecc. ecc.



    [@i]

    RispondiElimina
  2. Su Dolcetta cf. il vecchio post: http://associazione-federicoii.blogspot.it/2015/11/link-di-unintervista-marco-capuzzo.html.

    Con i Commenti ...



    RispondiElimina
  3. Non sapevo che fosse morto, ho cercato su internet e non c'è nessun articolo, solo il necrologio su La Repubblica che indica la data di morte del 18 Gennaio di quest'anno.
    Beh, più "signa" di così...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io stesso son venuto a saperlo da un amico, figurati ... In silenzio ...

      A proposito di eventi particolari atque “de signis”, stavolta “celesti” - nel senso di cielo fisico, corporeo, dunque di astri - cf. https://associazionefederigoiisvevia.wordpress.com/2017/03/04/the-great-american-eclipse-un-interessante-link/.





      Elimina
    2. Dunque vi è uno “stellium” (anomala congiunzione di più di due astri in un sol segno) dal 20 al 30 marzo, un mese complesso ....

      Ed alcuni interpretan questo come un terremoto concreto, reale, fisico insomma.

      Ma **non è affatto detto** che debba esser così, è possibile un “terremoto” metaforico .... o in una fase di guerra effettiva, o sui mercati.

      Mica è detto debba necessariamente esser sempre un terremoto concreto, e di terremoti concreti e fisici se ne son avuti sin troppi recentemente in Italia. Dunque non è detto debba esser così, anche se può esser anche così, ma non sarebbe d’augurarselo, visti i tempi, ed in vista di un “ravvelocitamento” del “ritmo”del “Gran Procedimento” del processo di “cedimento” che (anche) davvero **è** la Grande “Crisis” …






      Elimina
  4. Cf. http://namaqua-land.blogspot.it/2017/03/e-morto-marco-capuzzo-dolcetta-il-18.html.





    RispondiElimina
  5. Non c’entra nulla – in apparenza (e nemmeno in sostanza) -, ma rientra fra i “signa”:
    https://associazionefederigoiisvevia.wordpress.com/2017/03/11/trovata-statua-di-ramses-ii-al-cairo-link/.




    RispondiElimina
  6. Mi diedero la notizia della statua di Ramses mentre ero nel treno, bloccato da 40 minuti ai binari. Contesto azzeccatissimo!

    RispondiElimina
  7. Infatti contesto azzeccatissimo!!, sempre per “misurar le differenze” che il passar del tempo “incide” e, in sostanza, impone ...

    I ritardi dei treni son ormai proverbiali, in italietta ...



    RispondiElimina