venerdì 3 aprile 2015

Due immagini da L. Austine Waddell, “Lhasa and Its Mysteries”, Cosmo Publications, New Delhi (1996, reprint)


Si tratta qui di seguito di due immagini, ambedue tratte dallo stesso testo di L. Austine Waddell, Lhasa and Its Mysteries, Cosmo Publications, New Delhi 1996, reprint della Terza Edizione (Londra 1906, lo si evince dalla Prefazione di Waddell, Londra 1906) del resoconto di Waddell della spedizione britannica di Younghusband, la prima che forzò la chiusura del Tibet all’inizio del XX° secolo. In seguito Waddelle si sarebbe dedicato alle antichità mesopotamiche, formulando una teoria alquanto controversa oggi; infatti, nella nostra epoca le teorie di Waddelle godono di scarsissima considerazione (chi vi fosse interessato cerchi la pagina di Wikipedia in inglese su Wadell al punto dove accenna a queste teorie “mesopotamiche” di quest’autore oggi dimenticato). 

Ma torniamo a noi. 

La prima immagine è la mappa di Lhasa all’inizio del XX° secolo, capitolo XVI, tra le pp. 330-331. 


La seconda è una immagine di un corridoio del Potala del Dalai ama dell’epoca (il XIII, se non ricordo male), è una foto dell’epoca con la didascalia e dà proprio l’idea di un’altra epoca e di un altro mondo, ma per davvero, non “a parole”, come oggi si dice, quando invece, in realtà, tutto è molto ma molto uniformizzato. 








Nessun commento:

Posta un commento